GIAPPONE E POLINESIA

Veloce come il vento, lento come una foresta, immobile come una montagna, rapido come il tuono….

C’è una profonda armonia in Giappone, una melodia che corre sotto ogni tema, per quanto diverso e contrastante, rendendolo così la parte integrante di una sinfonia. Il viaggio si trasforma perciò in una ricerca di ciò che unisce nella diversità, del filo che annoda i giardini zen con i grattacieli di Tokyo, il passeggio delle geishe e l’impossibile velocità dei treni, la fioritura dei ciliegi e la proliferazione dei gadget elettronici. Il Giappone è chiasso assordante e silenzio contemplativo, è una cultura gelosamente conservata e una modernità portata all’estremo. Come nella poesia e nell’arte in questo arcipelago sono le sfumature che contano e diventano rivelatrici. Questo è il Paese che celebra l’effimero, la rinascita, l’attimo fuggente. Perfezionista per vocazione, formale per tradizione ha una musica tutta sua. Bisogna avere orecchio ma vale la pena di ascoltarla.

Le isole della Polinesia Francese sono il simbolo stesso del paradiso tropicale, ma il loro non è il fascino momentaneo di ogni nuova meta inventata dal marketing: è l’attrazione irresistibile che viene loro dall’essere “incantatrici” per natura. Hanno infatti ammaliato tutti, dal capitano Cook a Charles Darwin, da Melville a Gauguin, da Pierre Loti a Marlon Brando. Stevenson ci ha messo un’isola del tesoro, George Simenon vi fa approdare il suo Turista di banane, oggi, più prosaicamente, sono le isole delle star del cinema e quelle del viaggio di nozze, le uniche al mondo che sanno mixare alla perfezione romanticismo e sensualità, il giardino dell’eden con un tocco di brivido selvaggio.

IL VIAGGIO IN BREVE
TOKYO – FUJIYAMA – KYOTO - KANAZAWA – SHIRAKAWA - TAKAYAMA
Un itinerario veloce e completo che permette di abbinare la conoscenza approfondita del Giappone classico ad una possibile estensione mare a fine viaggio…..come la Polinesia…
Share by: